Iat Fornovo  06/12/2019

Carpadasco

Collocato alle pendici del Monte Dosso, all’incrocio di antiche ed importanti strade, che ricalcavano preesistenti percorsi naturali, ebbe il suo castello bruciato nel 1269 da truppe piacentine di Val Taro e Val Ceno. Carpadasco fu anche celebre nel Medioevo per il suo monastero, anteriore al Mille e attivo sino al XVII secolo.

Per la sua posizione strategica passò sotto il dominio di diversi casati tra cui i potenti Pallavicino. Attualmente l’abitato conserva un aspetto fortificato e si articola in diversi corpi di fabbrica, raccolti attorno a tre piazze.
 
Decentrate rispetto al borgo si conservano, in località Monastero, testimonianze dell’antico complesso monastico, purtroppo in stato di abbandono. Carpadasco ha dato i natali al poeta Francesco Zanetti (1870-1938), il cantore delle Terre Alte.
 
Sopra le costruzioni di Carpadasco, antico e arcigno maniero longobardo divenuto poi ostello per  i pellegrini, si estendono gli ultimi brani di quella che era un'immensa selva: il 'Bosco del Bando'.  

 





data di modifica: 11/10/2005