Turismo.Parma il sito ufficiale del turismo della Provincia di Parma

In questa sezione:
- Itinerari
- Comuni
» Fornovo di Taro
» Medesano
» Solignano
- Campi sportivi
- Castelli,torri
- Centri culturali, ricreativi
- Chiese, abbazie, santuari, maestà
- Ristoranti
- Località
- Musei
- Palestre
- Parchi,riserve naturali
- Piscine
- Terme
- Ville, dimore, angoli storici

Tipologia:
Comune:



La perla verde della Val Ceno
Varsi

Situato nella valle del Ceno ai piedi del monte Dosso, era attraversato, sin dai tempi alto medievali, da pellegrini diretti a Roma e da eserciti diretti nei territori liguri-toscani.


Le signorie interessate al territorio (Pallavicino e Landi) disseminarono di strutture militari le zone. Gli edifici venivano poi abbandonati se non rivestivano più uno scopo difensivo, o ristrutturati per diventare sfarzose dimore signorili come ad esempio a Golaso il Castello detto di Maria Luigia. Questo castello, la cui origine risale al ‘400 è costruito con una lunga facciata con tre torri e da due cortili interni, divisi dall’edificio residenziale ed è tutt’ora abitato dalla famiglia Accorsini.

A Varsi si possono ancora notare i resti dell’antico castello (forse del X secolo) di pianta quadrata di cui rimangono due resti di torri mutili, ed una posta accanto alla parrocchiale trecentesca di San Pietro, più tardi ricostruita in forme barocche (nel presbiterio un interessante Madonna e santi, attribuita a Pietro Ferrari). Vicino a Tosca sono stati ritrovati i resti della "Città d’Umbria", antica fortificazione ligure risalente al 200 a.c.

Accanto agli spunti storico-artistici, le case torri, le corti rurali fortificate e le pievi, Varsi offre al visitatore un ambiente naturalistico incontaminato; oinnumerevoli sono i percorsi per gli amanti del trekking, intervallati da un bagno nel Ceno e conclusi a tavola a gustare gli splendidi prodotti della gastronomia locale.

Le attrattive principali sotto il profilo monumentale, risalendo la valle, sono dunque il Castello di Golaso, privato e visitabile su prenotazione, le parti sopravvissute del Castello del capoluogo, diverse case-torri, oratori e maestà disseminate sul territorio e la famosa Città d'Umbria, oggetto di studi fin dall'ottocento e il cui castelliere, del quale restano solo tracce di mura, mantiene inalterato il mistero delle sue origini.

Diverse sono le frazioni degne di visita, in particolare Contile, Pessola e Carpadasco che hanno dato le origini rispettivamente al patriota ottocentesco Pietro Giordani e al poeta Francesco Zanetti. Ma è l'ambiente naturale che riserva le maggiori sorprese, con corsi d'acqua ancora incontaminati, come il Rio Golgotta e le sue cascate e vaste zone boschive, tra le quali spicca quella del Monte Barigazzo con i suoi antichissimi faggi di vetta.


Le principali vie di collegamento con il capoluogo di Varsi sono:
autostrada A15 Parma-La Spezia, uscita Fornovo, il paese dista 23 Km dal casello ed è raggiungibile con una S.S. che scorre lungo le sponde del fiume Ceno ed è percorribile in soli 20 minuti di auto

 


 
Situated in the valley of the Ceno at the foot of the mountain Dosso, was crossed, ever since the early Middle Ages, by pilgrims to Rome and by armies in the territory of Liguria and Tuscany.

 The lords interested in the area (Pallavicino and Landi) disseminated areas of military zones. The buildings were then abandoned if more were not of a defensive purpose, or restructured to become magnificent stately homes such as the Castle in Golaso ​​said Maria Luigia. This castle, which dates back to the '400 is constructed with a long façade with three towers and two interior courtyards, separated by residential building and is still inhabited by the family Accorsini.

 In Varsi you can still see the remains of the ancient castle (perhaps the tenth century) of square plan of which remain two mutilated remains of towers, and a fourteenth-century placed next to the parish church of St. Peter, later rebuilt in Baroque style (in the presbytery an interesting Madonna and Saints, attributed to Pietro Ferrari). Near Tosca were found the remains of the "Cities of Umbria", an ancient Ligurian fortification dating back to 200 BC.

 Besides the historical and artistic cues, the tower houses, the fortified rural courts and churches, Varsi offers the visitor an untouched natural environment, Countless are the trails for hikers, interspersed with a swim in the Ceno and concluded at the table to taste the wonderful local food.

 The main attractions in terms of monumental, going up the valley, are therefore the Castle Golaso​​, private and visited on reservation, the surviving parts of the castle of the town, different tower-houses, oratories and majestys scattered throughout the territory and the famous City d 'Umbria.

There are different villages worth visiting, especially Contile, Pessola and Carpadasco who have given the origins respectively to the patriot of the 8th century Pietro Giordani and the poet Francesco Zanetti. But it is the natural environment which restricts the biggest surprises, with unspoiled water courses, such as the Rio Golgotta and its waterfalls and vast forested areas, among which is that of Mount Barigazzo with its ancient beech trees.

 The main roads leading to the chief town of Varsi are:
A15 Parma-La Spezia, exit Fornovo, the village is 23 km from the exit and is accessible by a SS which runs along the banks of the river Ceno and it takes just 20 minutes by car.

 


Dove dormire
Albergo
» LA VARIANTE76
Bed-and-Breakfast
» B&B ALLA VECCHIA PALTA 4
» B&B CA' D'BERTULA 6
» B&B DOLCEACQUA4
Campeggio
» CAMPEGGIO IL FALCO

Locanda
» LOCANDA LA COLOMBA12


data di creazione: 17/05/2005
data di modifica: 19/04/2013
segnala a un amico
versione stampabile

 


In più

link utili

Sito ufficiale Comune di Varsi

  Home / Nuovo / Informazioni generali / Luoghi da visitare / Lungo la Via Francigena / Tempo libero / Macroarea / 
web design LTT

^ Torna a inizio pagina ^